Acea: Alemanno, nessuno sta vendendo l'acqua dei romani

(ASCA) - Roma, 2 mag - ''E' vergognosa la disinformazione e

la demagogia con cui il PD, attraverso migliaia di manifesti

abusivi e manifestazioni flop, con 20 persone, si sta

muovendo sulla vicenda della vendita del 20% delle quote di

Acea detenute da Roma Capitale. Il PD di Roma vuole far

dimenticare ai romani che anche loro hanno votato a favore

della legge del governo Monti che impone queste

privatizzazioni. Quindi da un lato votano leggi in

parlamento, dall'altro costruiscono campagne demagogiche e

pretestuose sul territorio''. Lo dichiara il Sindaco di Roma

Capitale, Gianni Alemanno.

''La verita' - precisa il Sindaco - e' che nessuno sta

vendendo l'acqua dei romani, ma semplicemente si sta

ottemperando ad una legge dello Stato, che impone alla

politica e alle pubbliche amministrazioni di non detenere la

maggioranza di societa' che gestiscono monopolisticamente

servizi pubblici ai cittadini, come l'illuminazione pubblica.

L'acqua rimarra' gestita dal pubblico attraverso Acea Ato

2, che distribuisce acqua in tutta la provincia di Roma,

mentre con la vendita del 20% delle azioni di Acea si

evitera' che questa subisca un grave danno perdendo i

contratti di illuminazione pubblica. L'Acea sara' piu' forte

e rimarra' per il 30% in mano al Comune che continuera' ad

esercitare tutti i diritti del socio di maggioranza''.

Ricerca

Le notizie del giorno