Acea sostiene la mostra "Alberto Sordi 1920-2020"

Cam

Roma, 21 gen. (askanews) - In occasione del centenario della nascita di Alberto Sordi, ACEA sostiene la mostra dedicata al grande attore romano: "Alberto Sordi 1920-2020". L'esposizione, allestita da marzo a giugno, ripercorrerà la vita e il percorso artistico dell'attore offrendo allo stesso tempo uno spaccato di storia italiana, sullo sfondo della casa-museo di piazzale Numa Pompilio, che per la prima volta sarà aperta al pubblico.

Il progetto, promosso dalla Fondazione Museo Alberto Sordi e curato da COR di Alessandro Nicosia, si prefigge di ricostruire, attraverso una ricerca meticolosa e una narrazione avvincente, il ritratto di un uomo e di un artista. L'allestimento si snoda su due racconti paralleli, quello del Sordi privato e quello del Sordi pubblico: attore, doppiatore, regista, sceneggiatore, cantante, musicista e compositore. Una sorta di biografia, individuale e collettiva, che attraverso il cinema diventa patrimonio di tutti ma soprattutto patrimonio di Roma.

"Per ACEA, che da sempre collabora con le più prestigiose istituzioni culturali della Capitale, si tratta di un'occasione importante per partecipare al ricordo di Sordi. Il centenario della sua nascita - ha dichiarato Massimiliano Paolucci, Direttore delle Relazioni Esterne e Comunicazione di ACEA - coincide con altre importanti ricorrenze come - nell'anno appena concluso - i 110 anni di ACEA, nata dalla volontà di un sindaco illuminato come Ernesto Nathan e dall'intuizione dell'assessore Giovanni Montemartini, e con il centenario della Garbatella, il quartiere in cui Sordi e le sue sorelle sono vissuti per anni. Con il sostegno a questa mostra, ACEA ha inteso promuovere un'iniziativa che, oltre a ricordare uno degli attori più rappresentativi del cinema italiano, molto amato anche all'estero, tanto da ricevere, alla presenza del presidente Eisenhower, la cittadinanza onoraria di Kansas City, citata da Sordi in un suo famoso film, celebra anche una parte della storia italiana e di Roma, città cui l'azienda è legata in maniera profonda".