Achille Lauro crocifisso, con gli stivali in latex. "Milano ha censurato il mio cartellone"

Silvia Renda
·1 minuto per la lettura
(Photo: achille lauro/Instagram)
(Photo: achille lauro/Instagram)

Mini shorts, stivali in latex, a braccia aperte su una croce rosa e bianca. Così Achille Lauro doveva apparire su un maxi cartellone nella centralissima Corso Como di Milano. Il cantante racconta però di essere stato censurato, per questo ha deciso di postare sui social l’immagine.

“La pesante mano della censura delle pubbliche affissioni lo ha impedito. Io invece la regalo a tutti voi e come sempre: ‘Me ne frego’”, ha scritto l’artista sulla sua pagina Instagram. Il manifesto doveva pubblicizzare l’uscita del suo ultimo album, “1990″, prevista per il 24 luglio.

L’album è stato anticipato da diversi singoli, che hanno tenuto il cantante in cima alle classifiche. “Ho firmato il più importante contratto discografico degli ultimi 10 anni della musica in Italia”, scriveva qualche giorno fa sui social, “Dormivo su un materasso per terra, adesso scelgo in quale stanza passare la notte e con chi.
Sto lavorando a 2 nuovi album. Con il primo ci divertiremo, con il successivo cambieremo la musica italiana”.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.