Achille Lauro, il padre: “Oggi sono fiero di lui”

achille lauro

Dopo il grande successo di Achille Lauro a Sanremo 2020, tutti sono interessanti a conoscere meglio il passato del cantante romano. Così dalle più recenti interviste è emerso anche come il giovane trapper abbia avuto un rapporto difficile con il padre durante la sua adolescenza. Nicola De Marinis, magistrato della Corte di Cassazione, è dunque il genitore dell’artista, che in una recente intervista rilasciata a “Di Più” ha deciso di raccontare la sua verità sul figlio.

Il giudice De Marinis non ha fatto mistero del fatto che avrebbe voluto un figlio più “lineare”, che magari seguisse la sua strada. Tuttavia Lauro De Marinis, vero nome di Achille, ha sempre mostrato fin da piccolo ben altri interessi rispetto alla legge e alla giurisprudenza. “Un giorno mi ha voltato le spalle dicendo Me ne frego”, ha svelato il magistrato, proprio come lo stesso cantante esplica nel brano portato all’Ariston.

Achille Lauro: l’apprezzamento del padre

Come sappiamo, Achille Lauro è stato tacciato di essere stato un ex spacciatore nonché un tossicodipendente a sua volta. Il padre ha però voluto smentire tali voci. “Non ha mai avuto esperienze devastanti. È un eccentrico, ma è ben diverso. Ne avrà fatto uso in passato, ma non in modo così esagerato”.

Nicola De Marinis ha poi raccontato come mai si sia allontanato dai suoi figli a un certo punto della loro vita. “Le incomprensioni erano tante, ma la madre non li hai mai abbandonati”. Tra padre e figlio, ad ogni modo, a poco a poco i rapporti si sono rasserenati. “Ci sentiamo e ci confrontiamo da uomini. Lo chiamo spesso. La mamma è amministratrice della sua casa discografica ed è lei che sicuramente lo sente di più”. “Oggi sono fiero di lui”, ha infine concluso il padre di Achille Lauro, ristabilendo una volta per tutte la sua ammirazione per il figlio ritrovato.