Allarme acqua alta a Venezia: atteso picco da 150 cm

acqua alta venezia

A Venezia torna l’incubo dell’acqua alta: dopo il disastro del 12 novembre, infatti, il Centro maree del Comune ha previsto per domenica 22 e lunedì 23 dicembre un nuovo picco. Secondo le stime, per lunedì 23 sono stati annunciati 150 cm per la mattinata. Intorno alle ore 10, sono stati registrati 144 cm. Il comunicato del Centro spiega che “l’onda di sessa [movimento oscillatorio dell’Adriatico, ndr] non presenta la usuale attenuazione”. L’alta marea rischia di sommergere il 70 per cento del centro storico della città lagunare.

Acqua alta a Venezia: nuovo picco

L’acqua alta a Venezia ha toccato i 120 cm nella giornata di sabato 21 dicembre, mentre per domenica 22 è atteso un nuovo picco di almeno 140 cm (superiore alle precedenti stime). Nel dettaglio, alle ore 8.15 l’acqua salirà a 140 cm, mentre un secondo massimo di 85 cm è previsto intorno alle 20.50.

La situazione dallo scorso 12 novembre non è migliorata. In 14 giorni, infatti, si sono registrati livelli dell’acqua al di sopra degli 11 cm e in 8 occasioni l’acqua ha superato i 120 cm. Inoltre, almeno tre volte l’acqua ha oltrepassato i 150 cm nella stessa settimana. Anche per la giornata di Natale e della Vigilia non sono previste tregue: martedì 24 dicembre, infatti, si attendono 120/125 cm, mentre mercoledì 25 l’acqua potrebbe salire a 105/110 cm.

Guasto tecnico a Murano e Burano

Nella giornata di sabato 21 dicembre a Murano e Burano si sono registrati alcuni problemi tecnici che hanno impedito agli esperti di comunicare aggiornamenti ai cittadini. “Un improvviso guasto tecnico agli apparati di comunicazione del sistema di allertamento posizionati sul campanile di San Francesco della Vigna – ha spiegato Alvise Papa, responsabile del Centro maree – ha impedito l’attivazione delle sirene di Murano e Burano. La popolazione è stata avvisata attivando tutti i canali informativi (sms, Canali Telegram, email, segreteria telefonica, …) e con l’ausilio dei volontari della Protezione Civile”. Tuttavia il guasto è stato riparato in mattinata e le sirene sono tornate a suonare.