Acqua per il cane al bar? A Jesolo costa 30 centesimi di scontrino

acqua per cane jesolo

Incredibile quanto folle quello accaduto ad una coppia in vacanza con il proprio cagnolino sul litorale di Jesolo, nella provincia di Venezia. Infatti, durante un aperitivo presso un bar della zona i due hanno consumato un calice di prosecco ed uno spritz al Campari bitter. Con il caldo asfissiante che sta caratterizzando le ultime ore, la coppia ha anche chiesto una ciotola d’acqua per il piccolo amico a quattro zampe.

Fino a qui nulla di strano. Al momento della consegna del conto, però, arriva la sorpresa: al costo dei due aperitivi consumati è stato aggiunto anche quello dell’acqua per il cane. Trenta centesimi il costo addebitato alla coppia per il servizio fornito dai titolari del bar. La prima redazione a riportare la notizia è TgCom e in pochissime ore, complici anche i social network, il caso è diventato subito nazionale. Tante, tantissime le critiche in direzione della gestione del chiosco di Jesolo, ma allo stesso tempo numerosi sono anche coloro che difendono i responsabili del bar.

Acqua per il cane a pagamento: pro o contro?

La foto dello scontrino è stata pubblicata sui social network proprio dalla coppia interessata, incredula davanti a quanto visto. Tantissimi i commenti di indignazione alla foto postata dai due. Non ci sono, però, solo brutte reazioni alla decisione dei proprietari del chiosco: infatti, qualcuno ha spiegato che i trenta centesimi chiesti servono giusto giusto a coprire il costo del contenitore utilizzato per dare l’acqua al cagnolino.

Naturale, quindi, anche il conseguente capovolgimento della situazione: i padroni dovrebbero, infatti, uscire di casa con tutto il necessario per soddisfare i bisogni del proprio animale e non dover essere obbligati a gravare sulle spalle degli altri. Insomma, una situazione che sta dividendo molti e che continuerà a farlo. Una sola cosa è sicura: dai giudizi, positivi o negativi che siano, della rete non si può scappare.