ActionAid, nuove violenze in Myanmar ostacolano ritorno rifugiati -2-

vgp

Roma, 23 ago. (askanews) -

ActionAid, che fin da agosto 2017 è presente per fornire assistenza ai rifugiati nella vastissima area, esprime grande preoccupazione per la decisione del 22 agosto scorso del governo del Myanmar che ha individuato i primi 3.450 rifugiati Rohingya idonei a tornare nello Stato di Rakhine. Il governo del Bangladesh ha dichiarato che il rimpatrio sarà volontario, ma i rifugiati conoscendo il clima di violenza che li attende temono per le proprie vite. ActionAid chiede che qualsiasi rimpatrio sia informato, volontario, dignitoso e sicuro. (Segue)