Ad aprile debito pubblico in crescita>

Ad aprile il debito delle Amministrazioni pubbliche è cresciuto di 3,5 miliardi rispetto al mese precedente, salendo 2.758,9 miliardi. E' quanto emerge dai dati forniti dalla Banca d'Italia. L'avanzo di cassa è stato più che compensato dall'aumento delle disponibilità liquide del Tesoro. Con riferimento alla ripartizione per sottosettori, il debito delle Amministrazioni centrali è aumentato di 3,4 miliardi, quello delle Amministrazioni locali di 100 milioni; il debito degli Enti di previdenza è invece rimasto stabile. Alla fine di aprile, la quota del debito detenuta dalla Banca d'Italia è cresciuta leggermente al 25,6 per cento; la vita media residua del debito è aumentata a 7,7 anni. Sempre ad aprile le entrate tributarie contabilizzate nel bilancio dello Stato sono state pari a 34,1 miliardi, in aumento del 7,2 per cento rispetto allo stesso mese del 2021. Nei primi quattro mesi del 2022 la crescita è stata del 13 per cento. gsl

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli