Addio a Franco Battiato: mondo della musica in lutto

·1 minuto per la lettura

È morto Franco Battiato, il cantautore aveva 76 anni. Si è spento questa mattina nella sua residenza di Milo, come rende noto la famiglia spiegando che "le esequie si terranno in forma strettamente privata. La famiglia ringrazia tutti per le innumerevoli testimonianze di affetto ricevute".

La sua malattia misteriosa è stata tenuta a lungo nascosta: da tempo infatti era malato di Alzheimer, per questo Battiato era assente dalle scene musicali ed artistiche dal 2017, quando un incidente domestico lo costrinse ad interrompere concerti e tour. 

Ad annunciare la sua malattia era stato un post su Facebook di Roberto Ferri, cantautore e paroliere: "Ode all'amico che fu e che non mi riconosce più". Poi aveva rimosso e sostituito con un altro post: "È assurdo e malvagio come certa gentaglia strumentalizzi i sentimenti".

SFOGLIA LA GALLERY - Addio a Franco Battiato: le foto della carriera

VIDEO - Michelle Hunziker, toccante messaggio per Battiato

Il cantautore era nato a Jonia il 23 marzo del 1945. Ha spaziato tra una grande quantità di generi, dalla musica pop a quella colta, toccando momenti di avanguardia e raggiungendo una grande popolarità.

Sono passati oltre 50 anni dalle prime esperienze musicali di Battiato a Milano, dal suo primo contratto discografico ottenuto grazie al suo grande amico Giorgio Gaber che, insieme a Caterina Caselli, ha ospitato nel 1967, la sua prima apparizione televisiva.

LEGGI ANCHE - Le reazioni alla morte di Franco Battiato

Ironico libero pensatore, Franco Battiato ha praticato l'arte della provocazione e ha avuto anche una breve esperienza (non retribuita) come assessore alla Regione Sicilia con la giunta Crocetta, durata da novembre 2013 a marzo 2014 e finita in modo burrascoso.

VIDEO - Iva Zanicchi ricorda Battiato: "Ho un solo rimpianto"

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli