Addio a Gorbaciov, il ricordo dei politici e le condoglianze di Putin

Michail Gorbaciov, Secretary General of PCUS, during the funeral of Enrico Berlinguer. June14, 1984. (Photo by Edoardo Fornaciari/Getty Images)
Addio a Gorbaciov, il ricordo dei politici e le condoglianze di Putin (Photo by Edoardo Fornaciari/Getty Images)

Si è spento all'età di 91 anni Mikhail Gorbaciov, ultimo segretario generale del Partito Comunista ed ex presidente dell'Unione Sovietica. Lascia una Russia molto diversa da quella che immaginava. L'ex leader comunista è morto nel momento in cui la storia del suo Paese sta perdendo, distruggendo e rinnegando tutto ciò che lui aveva conquistato. La notizia della sua scomparsa ha provocato reazioni commosse da parte del mondo intero. Tanti i leader politici che hanno ricordato Gorbaciov. Tra loro anche il presidente russo Vladimir Putin.

VIDEO - Morte Gorbaciov, Marco Rizzo esulta sui social e piovono le critiche

La Germania ricorda Gorbaciov come leader "decisivo per l'unità tedesca". A parlare di lui è anche il presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen, che lo definisce "un leader fidato e rispettato. Ha svolto un ruolo cruciale per porre fine alla Guerra fredda e far cadere la cortina di ferro. Ha aperto la strada a un’Europa libera”. Secondo il segretario generale dell'Onu, Antonio Guterres, Gorbaciov “è stato uno statista unico nel suo genere che ha cambiato il corso della storia". Così ha commemorato "un imponente leader globale, un multilateralista impegnato e un instancabile sostenitore della pace”.

LEGGI ANCHE: Gorbaciov, il padre della "perestroika" è morto a 91 anni

Boris Johnson si è detto "rattristato di apprendere della morte di Gorbaciov". Inoltre, ha sottolineato: "Ho sempre ammirato il coraggio e l'integrità con cui egli portò la Guerra fredda a una conclusione pacifica. In un tempo segnato dall'aggressione di Putin all'Ucraina, il suo impegno senza risparmio per aprire la società sovietica resta un esempio per tutti noi". Alle sue parole fanno eco quelle di Macron, per il quale l'ex politico russo è stato un "uomo di pace le cui scelte hanno aperto la strada alla libertà per i russi. Il suo impegno per la pace in Europa ha cambiato la nostra storia comune”.

GUARDA ANCHE -

Dolore per la morte di Gorbaciov espresso anche dal presidente americano Joe Biden, il cui rapporto con la Russia vive ora uno dei periodi più difficili. Per Biden era un uomo di "immaginazione sufficiente per vedere che un altro futuro era possibile e il coraggio di rischiare l'intera carriera per raggiungerlo. Il risultato è stato un mondo più sicuro e più libertà per milioni di persone”.

LEGGI ANCHE: Mikhail Gorbaciov è morto: quali furono le sue più grandi riforme?

Un ricordo nei confronti dell'ex presidente sovietico arriva anche dai politici italiani. Tra loro Silvio Berlusconi, secondo il quale gli "uomini liberi sono in lutto. Se ne va un campione della democrazia". A sottolineare l'importante ruolo di Gorbaciov è anche il ministro degli Esteri Luigi Di Maio. Mario Draghi lo ricorda con ammirazione e dichiara: "Mikhail Gorbaciov ha segnato la storia recente della Russia, dell'Europa, del mondo. Dopo una vita nel Partito Comunista, ha posto fine con coraggio e determinazione all'esperienza dell'Unione Sovietica e cercato di costruire una nuova stagione di trasparenza, diritti, libertà. Il suo desiderio di pace, la sua opposizione a una visione imperialista della Russia gli sono valsi il Premio Nobel. Sono messaggi quanto mai attuali davanti alla tragedia dell'invasione dell'Ucraina".

GUARDA ANCHE - Il giudizio dei russi: Gorbaciov, sì o no?

Anche Putin ha espresso profondo cordoglio. Lo rende noto il portavoce del Cremlino Dmitri Peskov. Il presidente russo avrebbe già "inviato un telegramma alla famiglia", ma non è ancora chiaro se parteciperà al funerale. A tal proposito, Peskov ha dichiarato: "Non sappiamo ancora come andranno le cose. Dipenderà anche dai desideri della famiglia e degli amici: non ci sono informazioni per ora". Nonostante "molti mettono in discussione il ruolo di Mikhail Gorbaciov, non ci sono dubbi che fosse un uomo unico e straordinario", ha aggiunto il portavoce russo.