Addio a Jean-Luc Godard, padre della Nouvelle Vague: aveva 91 anni

Addio a Jean-Luc Godard, padre della Nouvelle Vague: aveva 91 anni (REUTERS/Eric Gaillard)
Addio a Jean-Luc Godard, padre della Nouvelle Vague: aveva 91 anni (REUTERS/Eric Gaillard)

Jean-Luc Godard, regista franco-svizzero tra i fondatori della Nouvelle Vague, è morto all'età di 91 anni. A darne notizia è stato il quotidiano francese Liberation, che ha descritto così Godard: "Un regista totale con mille vite e un'opera tanto prolifica".

Lo stesso quotidiano transalpino ha poi sottolineato che Godard ha fatto ricorso al suicidio assistito in Svizzera. "Non era malato, era soltanto esausto", rivela una fonte vicina al regista citata dal quotidiano.

Il mondo del cinema piange per la scomparsa di un vero e proprio genio del grande schermo che è stato insignito di importanti premi come il Leone d’oro nel 1984 con Prénom Carmen e l’oscar alla carriera nel 2011. Ha vinto anche l'Orso d'oro al Festival di Berlino del 1965 con Alphaville.

Nato a Parigi il 3 dicembre 1930, è stato tra i più significativi autori cinematografici della seconda metà del Novecento, esponente di rilievo della Nouvelle vague. Ha studiato prima in Svizzera, durante la Seconda guerra mondiale, e poi alla Sorbona a Parigi. Nel corso della sua carriera è stato punto di riferimento per i giovani cineasti degli anni Sessanta, rappresentando un segno di demarcazione fra epoche e culture della storia del cinema. La sua carriera è stata ricca di capolavori e contraddizioni.

Contraddistintosi per la sua produzione attenta alle forme espressive e al contenuto ideologico, Godard fonte di ispirazione per molti registi statunitensi come Quentin Tarantino, che ha chiamato la sua casa di produzione come uno dei primi film del francese, Bande à part.

Ha realizzato oltre 150 opere tra film e video. Fra i più celebri, quello che viene considerato il manifesto della Nouvelle Vague, "A bout de souffle" (All'ultimo respiro), girato nel 1960, protagonisti Jean-Paul Belmondo e Jean Seberg. Poi, "Il disprezzo", con Brigitte Bardot e Michel Piccoli, "Pierrot le fou" ("Il bandito delle 11"), sempre con Jean-Paul Belmondo, e "Su salvi chi può (la vita)", con Isabelle Huppert.

VIDEO- Chi è Michel Piccoli, l'attore che conquistò Godard