Addio alla benzina super, anche l'ultimo Paese ha smesso di venderla.

·2 minuto per la lettura
bBenzina super abolita
bBenzina super abolita

Un capitolo di Storia durato circa un secolo. Con lo stop da parte dell’Algeria, è ufficialmente terminata la distribuzione della benzina super più comunemente chiamata “benzina rossa”. Assente dai distributori italiani ormai da una ventina di anni, e per l’esattezza dal 2001, la storia dela benzina super ha accompagnato buona parte della storia automobilistica affacciandosi fino al nuovo secolo, per poi essere soppiantata completamente dalla benzina senza piombo che utilizziamo tutt’oggi.

Com’è intuitivo pensare, le motivazioni legate all’abolizione di questo tipo di carburante sono soprattutto ambientali. Eppure a ben guardare questo potrebbe essere visto come il canto del cigno di un’evoluzione epocale ben più grande visto che l’Unione Europea ha proposto la circolazione dei soli veicoli a zero emissioni dal 2035.

Benzina super abolita, dai laboratori della General Motors all’introduzione del piombo

La Storia della Benzina Super ha avuto inizio in Ohio, nei laboratori della General Motors dove 1921 alcuni chimici inserirono del piombo tetraetile con l’obiettivo di ottenere una miscela detonante che potesse mettere fine alle vibrazioni distruttive del motore tipiche della combustione della benzina di infima qualità. Inizialmente considerata come una vera e propria svolta, la nuova benzina venne ben presto adottata in molti mezzi di trasporto dalle auto, ai bus alle motociclette.

Con il diffondersi del gas tossico, aumentarono a dismisura malattie quali infarto, ictus o ancora ritardo nello sviluppo dei bambini. Uno scotto troppo grande che portò i produttori di carburante a cercare un’alternativa che fosse meno nociva sia per le persone, che per il pianeta.

Benzina super abolita, l’avvento del carburante senza piombo

Le prime “prove tecniche” di introduzione della benzina cosiddetta “verde” o senza piombo iniziò verso la fine degli anni ’80, quando i primi Paesi industrializzati iniziarono a vietare la vendita della benzina super, mettendola dunque al bando. In Italia la dismissione arrivò all’alba del XXIesimo secolo nel 2001, anche se ne viene distribuita ancora una minima parte unicamente impiegata nei veicoli storici. A dispetto dell’appellativo di colore verde, va segnalato che non si tratta di una soluzione meno inquinante in quanto legata ad un diverso tipo di sostanza. Nella benzina “verde” infatti, a prendere il posto del piombo è stato il benzene.

Benzina super abolita, quali sono stati gli ultimi Paesi ad utilizzarla

La vendita della benzina Senza Piombo è proseguita fino al 2016 in Paesi quali l’Afghanistan, la Corea del Nord e il Myanmar. Successivamente è stata dismessa in altri Stati del Medioriente come Yemen e Iraq, fino ad arrivare a luglio 2021 con l’Algeria che è stato l’ultimo Paese del mondo a vietarne la vendita.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli