Addio alla novembrata e ritorno delle basse temperature con numerose perturbazioni in vista

Per metà novembre ed a quote alpine attesa la prima neve
Per metà novembre ed a quote alpine attesa la prima neve

Le previsioni meteo per l’Italia parlano di freddo e neve in arrivo da metà novembre: addio perciò alla “novembrata” già in parziale regressione termica e ritorno delle basse temperature con numerose perturbazioni in vista. Tutto questo è atteso per la seconda metà di novembre, quando i modelli previsionali danno per probabile l’arrivo di un vortice Atlantico che cambierà completamente la situazione climatica sul nostro paese.

Freddo e neve in arrivo da metà novembre

Il dato empirico è quello delle precipitazioni: dopo mesi senza piogge starebbe per arrivare il marcato “sblocco atmosferico” con effetti importanti su tutta l’Italia, ovviamente a seconda dell’altitudine.  Leggo spiega che “il fenomeno è definito fucina delle perturbazioni”: si tratta di una sorta di punto di incontro fra la fase più soft e quella più rigida della stagione autunnale, con piogge intense dapprima verso Regno Unito, Francia e Penisola Iberica, poi anche sul Mediterraneo e quindi anche l’Italia soprattutto a partire dalle nostre regioni settentrionali.

Celle temporalesche violente “grazie” al caldo

Attese numerose precipitazioni anche a carattere temporalesco anche grazie alla temperatura ancora troppo elevata dei nostri mari, che potrebbe “fornire l’energia necessaria per lo sviluppo di imponenti celle temporalesche”. Sulla scorta del calo termico potrebbe tornare anche la neve sulle Alpi, con fiocchi fin sotto i 2000 metri di quota. Il maltempo sarà concentrato soprattutto al Centro e al Nord, ma non si esclude un cambiamento climatico, con piogge e abbassamento di temperature anche al Sud.