Addio a Branko Lustig, il produttore si è spento all’età di 87 anni

Branko Lustig

Produttore premio Oscar per Schindler’s List e Il Gladiatore, Branko Lustig è morto all’età di 87 anni. Ad annunciare la sua scomparsa il sito del Festival della Tolleranza, di cui il produttore è stato presidente e supervisore per più di dieci anni.

Branko Lustig è morto a 87 anni

Nel corso della Seconda Guerra Mondiale, Branko Lustig e la sua famiglia vennero deportati prima ad Auschwitz, poi a Bergen-Belsen. Nel corso della propria vita, quindi, ha dovuto fare i conti con la sofferenza dei campi di concentramento. La sua famiglia era di origine ebrea e mentre lui riuscì a salvarsi, molti dei suoi parenti, tra cui il padre, persero la vita.

Morto a 87 anni, il produttore cinematografico ha conquistato l’Oscar con i film Schindler’s List di Steven Spielberg e Il gladiatore di Ridley Scott. Branko Lustig si è spento nella sua casa in Zagabria e la sua vita è stata carica di sfaccettature. A tal proposito ricordiamo che la storia raccontata nel film Schindler’s List è ispirata proprio all’esperienza di Branko Lustig nei cambi di concentramento. Grazie a questo film, uscito nel 1993, vinse il primo Oscar. Mentre il secondo è arrivato nel 2000 con Il gladiatore.

Non a caso proprio il protagonista di questo film, Rusell Crowe ha voluto esprimere il proprio cordoglio sui social. “Ho appena letto la notizia della morte di Branko Lustig. Ha condotto una vita incredibile. Dall’orrore della Seconda Guerra Mondiale alla gloria dell’Academy. Una volta mi disse: ‘Sei spesso in disaccordo con me, ma sei sempre un amico nei giorni in cui ho bisogno di te’. Sì. Sempre tuo amico”.