Addio a Daria Nicolodi, icona di 'Profondo rosso'

·2 minuto per la lettura

AGI  - E' morta a 70 anni Daria Nicolodi, attrice e sceneggiatrice ex moglie di Dario Argento con cui ha lavorato in diversi film tra cui 'Profondo Rosso'. Dal regista romano ha avuto la figlia Asia che ha dato la notizia della scomparsa della mamma su Instagram.

"Riposa in pace mamma adorata - scrive - ora puoi volare libera con il tuo grande spirito e non dovrai più soffrire. Io cercherò di andare avanti per i tuoi amati nipoti e soprattutto per te che mai mi vorresti vedere così addolorata. Anche se senza di te mi manca la terra sotto i piedi e sento di aver perso il mio unico vero punto di riferimento. Sono vicina a tutti quelli che l'hanno conosciuta e l'hanno amata. Io sarò per sempre la tua Aria, Daria".

Regina incontrastata dell'horror all'italiana, Daria Nicolodi nasce a Firenze nel 1950. Attrice e sceneggiatrice di tutti i film diretti dal maestro del brivido Dario Argento dal 1975 al 1987, da 'Profondo rosso' (1975) a 'Suspiria' (1977), da 'Inferno' (1980) a 'Tenebre' (1982) passando per 'Phenomena' (1984) e 'Opera' (1987).

I primi passi sul piccolo schermo li muove con il varietà 'Babaù di Paolo Poli, censurato dalla Rai e trasmesso solo sei anni dopo. L'incontro con il compagno d'arte e di vita, Dario Argento, avviene nel 1974 durante il casting per il film 'Profondo rosso' (in cui recito' il ruolo di Gianna Brezzi), da lì un lungo sodalizio artistico e una relazione dalla quale nacque, nel 1975, la figlia secondogenita Asia.

Nella sua carriera artistica non manca il teatro, nel '78 affianca Gigi Proietti ne 'La commedia di Gaetanacciò di Luigi Magni, lo spettacolo debutta al Teatro Sistina ma viene soppresso poco dopo a causa dei contenuti troppo espliciti e scandalosi che riguardavano l'epoca religiosa e papalina del XV secolo.

Dopo la fine della relazione con Argento, partecipa saltuariamente a qualche film thriller/horror ('Le foto di Gioia', 'Paganini Horror', 'La setta'), sfruttando la sua aura di dark lady del cinema di genere, nonché ad alcuni film d'autore come 'Maccheroni' di Ettore Scola, con Marcello Mastroianni e Jack Lemmon, 'La fine è nota' di Cristina Comencini, 'La parola amore esiste' di Mimmo Calopresti.

Nel 2007 torna al cinema, lavorando con il suo ex compagno Argento e la figlia Asia al nuovo film del regista romano, 'La terza madre', sequel di 'Suspiria' ed 'Inferno'.