Addio a Sergio Pininfarina, fece storia del design dell'auto italiana

Torino, 3 lug. (LaPresse) - Sergio Pininfarina, scomparso nella notte all'età di 85 anni, è stato il presidente di una delle aziende che ha fatto la storia dell'auto italiana e che diventò simbolo, negli anni Cinquanta, dell'eleganza delle carrozzerie e del design all'avanguardia. Sergio Pininfarina, presidente onorario del Gruppo Pininfarina, si è spento nella sua casa di Torino. Figlio del fondatore della ditta, 'Pinin', celebre carrozziere, al suo cognome originario 'Farina', venne aggiunto 'Pinin' nel 1961 con un decreto del presidente della Repubblica. Nato a Torino l'8 settembre del 1926, Sergio Pininfarina si laurea in ingegneria Meccanica al Politecnico di Torino, e trascorre un periodo di studi negli Stati Uniti. Il suo nome resterà legato per sempre, oltre a quello dell'azienda di famiglia, anche alla Ferrari, visto che è stato per decenni il punto di riferimento per la costruzione dei modelli più innovativi delle macchine sportive della casa di Maranello.

Pininfarina è stato anche presidente di Confindustria dal 1988 al 1992. Nel 1991 a Detroit gli fu conferito il 'Designer Lifetime Achievement Award' come migliore designer automobilistico del mondo. Nel 2007 il suo nome era stato inserito nell''automotive 'Hall of fame', un prestigioso riconoscimento di cui viene insignito chi ha lasciato il segno nel settore automobilistico. Quattro anni fa, nel 2008, un grave lutto colpì l'imprenditore: la perdita, in un incidente automobilistico, del figlio Andrea Pininfarina. Alla guida dell'azienda di famiglia, da allora, l'altro figlio di Sergio Pininfarina, Paolo, in seguito alla tragica scomparsa del fratello Andrea. Sergio Pininfarina è stato nominato senatore a vita dal Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi il 23 settembre 2005."Fino all'ultimo gli sono stati vicini la moglie Giorgia e i figli Lorenza e Paolo", ha reso noto in un comunicato la società Pininfarina.

Ricerca

Le notizie del giorno