Addominali da record: a 62 anni entra nel Guinness dei primati

George Hood

Nonostante sia ormai in pensione da qualche hanno George Hood non ha perso lo spirito e la tempra del militare. Il 62enne americano, che aveva stabilito il Guinness dei primati nel 2011 e poi perso nel 2016, ha infatti stabilito un nuovo record di esecuzione degli addominali: ben 8 ore, 15 minuti e 15 secondi!

Secondo quanto riportato da Metro UK sono servite tante ore di allenamento all’ex militare per raggiungere l’obiettivo che si era prefissato. Grazie anche ai consigli dei tre figli, che lo hanno spronato a provarci ancora dopo che un poliziotto cinese nel 2016 gli aveva soffiato il titolo. Il suo precedente primato era di un’ora e 20 secondi, quello battuto invece di 8 ore, un minuto e un secondo.

Hood, per battere il record, ha deciso di eseguire gli addominali in posizione “plank”, esercizio molto utile per per avere una pancia piatta, addominali scolpiti e mantenere in forma tutto il corpo. Per eseguire questo esercizio, difficile e faticoso, bisogna infatti appoggiare gli avambracci a terra, con i gomiti che dovranno essere sotto il livello delle spalle e le braccia parallele al corpo, portare indietro le gambe tese appoggiando i piedi sugli alluci e sollevare il bacino mantenendo la schiena dritta e parallela al pavimento.

VIDEO - Ronaldo, addominali in famiglia

Per conquistare il record a George Hood sono servite 7 ore di allenamento giornaliero e migliaia di addominali negli ultimi 18 mesi. A dodici ore dal tentativo di battere il record è partita l’alimentazione per permettere al fisico del 62enne una risposta pronta agli sforzi: prima un pasto con spinaci, salmone e patate (ricco di proteine e carboidrati), infine una tazza di caffè, una di porridge, un uovo sodo e due bicchieri di elettroliti per una dose extra di energia.