Aedes-Restart, nessun impatto su operatività corrente da richiesta concordato Augusto

·1 minuto per la lettura

MILANO (Reuters) -Aedes e Restart hanno dichiarato in due note distinte che il ricorso per l'ammissione alla procedura di concordato preventivo depositato dalla controllante Augusto non determina impatti sull'operatività corrente delle due società né sui programmi presentati al mercato.

Ieri Augusto, controllante di Aedes Siiq e Restart, ha comunicato di aver depositato presso il Tribunale di Milano, "a tutela del proprio patrimonio sociale trovandosi in fase di reversibile e temporaneo disequilibrio finanziario", ricorso per l'ammissione alla procedura di concordato con riserva e di essere in attesa del provvedimento del tribunale.

A Piazza Affari intorno alle 16,41 Aedes è in asta di volatilità dopo un calo del 20,45% mentre Restart lascia sul terreno il 4,94%.

Il ricorso di Augusto, si legge nella nota di Aedes, non ha impatti contrattuali sui finanziamenti della Siiq.

Nella sua nota Restart aggiunge che il management "si riserva di monitorare costantemente", alla luce di quanto comunicato dall'azionista di maggioranza, l'evoluzione della procedura di vendita in corso avente a oggetto la partecipazione detenuta da Augusto nella società.

(in redazione a Milano Gianluca Semeraro, Andrea Mandalà)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli