Aeronautica Militare: "Ecco come cerchiamo e salviamo i dispersi"

Foligno (Pe), 12 set. (askanews) - Addestrarsi per la ricerca e il soccorso aereo, in scenari il più vicino possibile alla realtà, creando da zero un aeroporto, organizzandosi e coordinandosi fra diversi attori e ottimizzando le risorse; 430 uomini, di cui 180 militari, hanno partecipato all'esercitazione "Grifone 2019", il più importante e complesso evento addestrativo dell'Aeronautica Militare, organizzato e condotto in collaborazione con il Corpo Nazionale di Soccorso Alpino e Speleologico.

Due giorni presso l'aeroporto civile di Foligno (Pe), in collaborazione con il locale Aeroclub, dov'è stato ricreato un vero e proprio aeroporto campale, con tanto di torre di controllo, come avvenuto già in situazioni di catastrofi naturali, per esempio il terremoto di Amatrice e del Centro Italia.

Presenti 13 aeromobili e 27 squadre di ricerca e soccorso a terra, appartenenti a diversi reparti di volo delle Forze Armate italiane, corpi armati dello Stato e altri enti e amministrazioni italiane e straniere che aderiscono all'accordo internazionale Search and Rescue Mediterraneo Occidentale. Presenti anche un elicottero spagnolo, uno francese e uno svizzero.

Sono stati creati un centro di coordinamento, comando e controllo di operazioni di ricerca e soccorso in un luogo isolato e impervio, operativo sia di giorno che di notte.

Il colonnello Alfonso Cipriano, direttore dell'esercitazione per l'Aeronautica Militare e capo del centro di coordinamento del soccorso del comando operazioni aeree di Poggio Renatico, ha spiegato ad askanews i dettagli della "Grifone 2019". "L'esercitazione Grifone 2019 - ha detto - è organizzata periodicamente dall'Aeronautica Militare, itinerante su tutto il territorio italiano, dove ci esercitiamo a proiettare la capacità di comando e coordinamento il più vicino possibile all'area di emergenza creando di fatto un aeroporto campale, per fornire tutti i tipi di servizi per coordinare al meglio tutti gli elicotteri, coinvolgendo non solo gli elicotteri del comparto Difesa ma tutti gli elicotteri per lavorare insieme e sviluppare una sinergia standardizzata per la salvaguardia della vita umana".

Askanews è salita a bordo di un elicottero Ab-212 dell'Aeronautica Militare per seguire dal vivo un'attività di ricerca e soccorso di un disperso, con l'intervento di una squadra del Soccorso Alpino.

Si tratta di un tipico esempio di attività di ricerca e soccorso in ambiente montano. Ecco gli uomini che si calano con il verricello dall'elicottero. Poi iniziano la ricerca.

Nell'ambito della "Grifone 2019" si è svolta anche l'esercitazione Eleos, che prevede la gestione post-incidente aeronautico, con un team dedicato alla ricerca e recupero di materiali e detriti, prevenzione infortuni, protezione ambientale, attività di polizia giudiziaria e gestione dello stress.