Aerospazio, DASS: da Avio commessa per materiali compositi

Red

Roma, 28 ott. (askanews) - Il DASS - Distretto AeroSpaziale della sardegna - ha ricevuto dal socio Avio una nuova commessa che riguarda lo sviluppo di un processo innovativo di produzione di materiali compositi carbonio/carbonio mediante tecnologia SPS - Spark Plasma Sintering.

Tali materiali trovano applicazione nella realizzazione degli ugelli per i motori a propellente solido dei lanciatori della famiglia VEGA - Vettore Europeo di Generazione Avanzata - utilizzati per la messa in orbita di satelliti e giocano un ruolo cruciale in termini di resistenza alle velocità, agli stress di taglio, al flusso di massa, alla pressione, alla temperatura e alla composizione chimica dei gas che si sviluppano durante la combustione.

L'SPS - spiega il DASS in una nota - è una tecnologia di sinterizzazione assistita da corrente elettrica che consente la densificazione o il consolidamento a elevate temperature dei precursori sotto forma di polveri del materiale desiderato con conseguente raggiungimento dei livelli di porosità interstiziale necessari a molteplici applicazioni non solo nel settore aerospaziale.

"Il distretto - specifica il Presidente Giacomo Cao - è particolarmente orgoglioso di ricevere questa commessa da Avio, azienda leader a livello mondiale nella propulsione spaziale. Si tratta di un'importante occasione che consente di coinvolgere i soci Innovative Materials Srl e l'Università di Cagliari che detengono rispettivamente, sotto il profilo tecnologico e scientifico, una conclamata competenza sulla tecnologia SPS riconosciuta a livello internazionale".

"Dopo aver contribuito in modo significativo alla crescita del settore aerospaziale in Sardegna attraendo nei primi sei anni di vita investimenti per oltre 50 milioni di euro e aziende del calibro di Avio e Airbus - prosegue il Presidente Cao - il distretto porta avanti senza sosta la propria attività che potrebbe essere ancora più efficace se potesse fruire di idonea sede di rappresentanza nella città di Cagliari, messa auspicabilmente a disposizione per esempio dai soggetti pubblici che in modo diretto o indiretto partecipano alla compagine societaria e che potrebbero in tal modo godere di un ritorno di immagine molto positivo".