Affidi illeciti, Bonafede: Paese ha bisogno di regole etiche

Red/Cro/Bla

Roma, 23 lug. (askanews) - "Di fronte a questi fatti le forze politiche dovrebbero essere unite. Però ciascuna forza politica dovrebbe assumersi la responsabilità di prendere decisioni etiche non soltanto rinviando a quando la giustizia accerterà. Ogni forza politica deve imporre al proprio interno regole di etica: anche di questo il paese ha bisogno". Così Alfonso Bonafede, ministro della Giustizia poco fa a Rai Radio1, all'interno di Centocittà, il programma condotto da Ilaria Amenta, Gianluca Semprini e Duccio Pasqua.

Un commento anche sulla creazione di una squadra speciale per la protezione dei minori: "Tra i problemi degli affidi c'è lo spezzettamento delle competenze nel percorso che fa un bambino quando viene dato in affidamento. E' come se lo Stato non riuscisse ad avere lo sguardo su tutto il fenomeno nel suo complesso. Questa squadra speciale a protezione dei minori presso il Ministero della giustizia cercherà di raccogliere i dati per avere una visione d'insieme su tutto il territorio nazionale e su tutto quello che accade e questo consentirà maggiore controllo. Se non mettiamo in atto tutti gli strumenti per cercare di controllare tutto nel dettaglio chiaramente qualcosa sfugge. E qualcosa è sfuggito. Solo che stiamo parlando di bambini e non possiamo permettere che in nessuna parte d'Italia ci possa essere una situazione come quelle emerse nelle cronache. Non entro nel merito dell'inchiesta ma c'è un campanello d'allarme che le istituzioni non possono non sentire"