Affidi, Ronzulli (Fi): perso troppo tempo, è allarme

Pol/Bac

Roma, 15 ott. (askanews) - "Quattro mesi dopo che l'inchiesta Angeli e Demoni ha portato alla luce i limiti e i bachi delle leggi che regolano gli affidi e che tutte le forze politiche - nessuna esclusa - si erano impegnate ad aggiornare la normativa per tutelare le bambine e i bambini, non è cambiato nulla". Lo afferma in una nota Licia Ronzulli, vicepresidente dei senatori di Forza Italia e presidente della commissione bicamerale per l'Infanzia.

"Il governo precedente come quello in carica - aggiunge - hanno perso solo tempo, occupandosi di tutto tranne che del bene più prezioso di uno Stato, cioè i suoi figli. Due ragioni suggeriscono che si avvii la discussione per una riforma delle norme in tempi rapidissimi. La prima riguarda il caso del bambino di Laura Massaro e la mobilitazione seguita all'affidamento al padre deciso dal Tribunale per i minorenni di Roma. La seconda, ancora più grave, è rappresentata dall'allarme venuto ieri dall'Emilia Romagna e oggi dal Piemonte. In entrambe le Regioni, a causa dell'eco dello scandalo dei Servizi sociali della Val D'Enza, non si riescono più a trovare famiglie affidatarie. Per non correre il rischio di rimanere vittime così come il figlio in affido degli errori e degli abusi commessi negli anni scorsi a Bibbiano e dintorni, gli aspiranti genitori oggi rinunciano a compiere il grande atto di generosità di accogliere a casa loro una bambina o un bambino rimasto senza famiglia. Le vittime principali, ovviamente, sono i piccoli che, allontanati per valide ragioni dai genitori naturali, non ne trovano altri che li accompagnino nei primi anni della loro vita. (Questo fenomeno, purtroppo, è stato segnalato anche alla Commissione bicamerale per l'infanzia)".

"Bisogna intervenire prima che sia troppo tardi con una azione di informazione ed un'altra legislativa, istituendo finalmente il registro degli affidi. E' impensabile che si continui a non conoscere il numero dei minori allontanati e i luoghi dove si trovano. Forza Italia ha presentato già a luglio una proposta di legge per la riforma degli affidi: è a disposizione del Parlamento e di tutte le forze politiche", conclude.