Affido minori, Bonaccini: non esiste un'anomalia Emilia-Romagna

Red/Gtu

Roma, 28 ott. (askanews) - Minori. In audizione il presidente Bonaccini: "Non esiste un'anomalia Emilia-Romagna"

Alla particolareggiata relazione del governatore critiche da Tagliaferri di Fratelli d'Italia, Bargi e Rancan della Lega e Bertani dei Cinquestelle: individuare responsabilità amministrative e chiarire sui patrocini a eventi organizzati dai soggetti poi coinvolti nell'inchiesta reggiana

"Non esiste un'anomalia Emilia-Romagna", il presidente della Regione Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini, lo ha ribadito durante l'audizione davanti alla Commissione speciale d'inchiesta sul sistema di tutela dei minori in Emilia-Romagna, presieduta da Giuseppe Boschini.

Il governatore ha spiegato che "il numero degli allontanamenti in regione è stabile nel tempo, in linea coi numeri del Paese". Sul caso Bibbiano e l'inchiesta reggiana ha sottolineato che "chi ha fatto degli errori dovrà pagare: deve essere punito come prevede la legge, gli operatori infedeli non avranno una seconda possibilità, verranno allontanati", confermando "la piena fiducia nella magistratura: auspichiamo indagini approfondite e celeri" e "la Regione Emilia-Romagna si costituirà parte civile, in quanto parte lesa".(Segue)