Affitto negato perché meridionale, le scuse della donna a La Zanzara

Affitto negato perché meridionale, le scuse della donna a La Zanzara

A poche ore dalla polemica esplosa nella giornata del 13 settembre sulla vicenda di Deborah Prencipe, la ragazza foggiana a cui era stato negato l’affitto perché meridionale, arrivano le scuse della donna autrice del gesto discriminatorio. In collegamento telefonico con la trasmissione di Radio 24 La Zanzara, la signora Patrizia ha infatti spiegato di aver pronunciato le frasi incriminate (“Sono razzista al 100%, non voglio affittare casa ai meridionali”) in un momento di rabbia, senza l’intenzione di farlo davvero.

Affitto negato perché meridionale

Contatta dal conduttore de La Zanzara Giuseppe Cruciani, la signora Patrizia ha ribadito di non aver mai realmente pensato le frasi dette alla giovane, sottolineando di averle dette perché esasperata da una precedente discussione con la ragazza in merito alla questione dell’affitto: “Abbiamo avuto un diverbio con la ragazza. È successo che io l’ho contatta dopo che avevamo detto che la casa non era più in affitto, e le mi ha detto che non si fa così, che non sono normale e che mi devo far curare dall’analista”. La donna ha poi affermato come la ragazza abbia pubblicato su Facebook solo gli audio incriminati e non tutta la discussione precedente che secondo lei l’ha portata a dire le frasi contro i meridionali.

La signora Patrizia ha inseguito dichiarato di non essere vicina alla Lega o a Matteo Salvini, come invece affermato chiaramente negli audio: “Non sono razzista e non sono di Salvini. Non sono di nessuno, mi ha fatto talmente sbroccare che non so neanche io perché mi è partito di dirle così. Ho anche parenti meridionali,non so come mi è uscito, il cervello mi è partito”. Nel finale della telefonata con Cruciani, la signora chiede scusa per quello che ha fatto, esprimendo il desiderio di incontrare di persona la ragazza che però al momento – secondo la signora – si rifiuta di leggere i suoi messaggi su Whatsapp.

Le frasi della donna

Gli audio registrati dalla ragazza di Foggia contenevano espliciti riferimenti al razzismo della donna al suo non volere affittare la propria abitazione a persone provenienti dal Sud Italia, paragonate dalla signora Patrizia ai rom e agli immigrati africani: “Non mi interessa quello che pensa, ma io non voglio affittare casa ai meridionali. Per me rimangono tali sia nel 4000 che nel 2000. Sono lombarda e sono razzista al 100%“.