"Affogo nostra figlia se non torni con me"

webinfo@adnkronos.com

Maltrattamenti, minacce, percosse. Un 35enne di Fondi è stato arrestato dai poliziotti di Latina dopo l'ennesima aggressione subita dalla compagna 27enne. La ragazza più volte si era rivolta alle forze dell’ordine, aggredita dal compagno anche davanti alla loro figlia di 4 anni e costretta a rapporti sessuali contro la sua volontà. Ormai terrorizzata dall'uomo, già noto alla giustizia e spesso sotto l'effetto di alcol e droga, si era allontanata dalla loro abitazione, trovando riparo da altri suoi familiari. 

Violenta la reazione del compagno, che ha perseguitato la ragazza arrivando perfino ad aggredire i suoi genitori e a presentarsi sotto casa loro in piena notte sfondando a calci la porta. Bloccato dall'intervento di alcun vicini, ha iniziato a minacciare la compagna con continui messaggi in uno dei quali le ha scritto che avrebbe affogato la loro bambina in piscina se non fosse ritornata a vivere con lui. Richiesto dai poliziotti di Fondi al Tribunale di Latina un provvedimento restrittivo urgente, l'uomo è stato arrestato e portato nel carcere di Latina.