Afghanistan, ancora in mano ai talebani i due ostaggi occidentali

Fco

Roma, 14 nov. (askanews) - Sono ancora in mano ai talebani i due ostaggi occidentali dei quali due giorni fa il presidente afgano Ashraf Ghani aveva annunciato lo "scambio" con tre ribelli di alto profilo detenuti. Lo ha annunciato il portavoce della guerriglia.

"Le tre persone non sono state rilasciate e non abbiamo ancora liberato i nostri prigionieri stranieri", ha detto alla France Presse il portavoce degli insorti, Zabihullah Mujahid. Il presidente afghano ha annunciato martedì il rilascio di tre prigionieri talebani per consentire la liberazione del professore americano Kevin King e del suo collega australiano Timothy Weeks, rapiti nell'agosto 2016 a Kabul e da allora in mano ai talebani. Tra i tre ribelli detenuti c'è Anas Haqqani, figlio del fondatore della rete Jalaluddin Haqqani, uno dei principali rami della guerriglia talebana e fonte di numerosi attacchi contro Kabul e i suoi alleati della Nato.

(segue)