Afghanistan: Benifei, 'essenziale azione comune Ue, serve consiglio straordinario' (2)

·2 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

(Adnkronos) – Per i corridoi umanitari serve però un confronto con il nuovo governo afgano… "Noi -dice Benifei- sosteniamo pienamente il tentativo dell'Onu per una gestione unitaria del paese: riuscire ad avere un governo in parte inclusivo sarebbe la strada per costruire i corridoi umanitari che si possono fare solo se c'è un accordo con chi governa il Paese. Ma non sappiamo ancora cosa faranno i talebani. La situazione è delicata e in continua evoluzione. L'Europa deve farsi trovare pronta. Il coordinamente europeo è essenziale e, come ha detto il presidente Draghi, serve un'azione anche a livello di g20 per coinvolgere anche i paesi extra Ue in una strategia comune".

Ma l'Europa riuscirà a muoversi unita sul fronte dell'accoglienza? Finora non c'è riuscita… "Credo che dovremo avere un approccio pragmatico che sia all'altezza della situazione e che ci consenta di agire con rapidità: sul fronte dell'accoglienza non possiamo stare in eterna attesa di una presa di posizione dell'Ungheria. Si costruisca un fronte di paesi 'volonterosi' in Europa e non solo – penso al Canada che ha già dato la disponibilità ad accogliere un numero maggiore di profughi- per gestire un arrivo che sia sostenibile contando anche che i paesi vicini all'Afghanistan accoglieranno i rifugiati. Per l'Europa è il momento di muoversi in maniera flessibile mettendo in campo cooperazioni rafforzate tra alcuni Paesi senza dover decidere a 27: non è sostenibile in questa situazione".

Anche in Italia il tema dell'accoglienza è divisivo, Salvini ha già schierato la Lega… "La posizione del Pd è chiara. Oggi abbiamo riunito la segreteria d'urgenza con Letta: noi siamo in campo perché l'Italia si attivi per portare in salvo nei modi giusti le persone a rischio. Nel governo noi vogliamo portare questa posizione, è una discussione che va fatta rapidamente e noi sollecitiamo il governo ad agire".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli