Afghanistan, Blinken chiede a talebani di consentire decollo voli charter

·1 minuto per la lettura
Il segretario di Stato americano Antony Blinken partecipa a un incontro con il suo omologo tedesco presso la base aerea di Ramstein in Germania

BASE AEREA DI RAMSTEIN, Germania (Reuters) - Il segretario di Stato statunitense Antony Blinken ha esortato i talebani a consentire la partenza dall'Afghanistan dei voli charter che trasportano americani e afghani a rischio.

Diversi aerei noleggiati per trasportare persone fuori dall'Afghanistan sono rimasti bloccati all'aeroporto internazionale di Mazar-i-Sharif nel nord del Paese, con alcuni organizzatori che hanno detto che il Dipartimento di Stato non sta facendo abbastanza per facilitarne la partenza.

Blinken ha affermato che gli Stati Uniti stanno facendo tutto ciò che è in loro potere per far decollare gli aerei, ma che i talebani non consentono la partenza dei voli.

"Abbiamo chiarito a tutte le parti coinvolte, abbiamo chiarito ai talebani che a questi charter deve essere consentito il decollo", ha detto Blinken durante una conferenza stampa in Germania.

(Tradotto da Alice Schillaci in redazione a Danzica, in redazione a Milano Sabina Suzzi, alice.schillaci@thomsonreuters.com, +48587696614)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli