Afghanistan: Boldrini, 'corridoi umanitari e task force con Anci'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 17 ago. (Adnkronos) – "In Afghanistan dobbiamo fare presto perché la situazione è veramente drammatica per la popolazione civile, in particolare per le donne, le minoranze e le persone che hanno lavorato con le Forze Armate della Nato, i media e le imprese straniere, la diplomazia, la cooperazione internazionale e le Ong. Ci sono migliaia di vite in pericolo esposte alla violenza e alla rappresaglia dei Talebani, e molti inviano messaggi disperati ai propri contatti all’estero. Serve uno sforzo straordinario che anche l'Italia ha il dovere di mettere in campo. Esiste, inoltre, una diffusa volontà di accoglienza da parte di molte persone e tante città: il nostro Governo organizzi i corridoi umanitari e una task force d'emergenza con Anci, rappresentanti delle istituzioni e delle associazioni per coordinare questa operazione diffusa e straordinaria di solidarietà". Lo afferma Laura Boldrini, deputata Pd e presidente del Comitato diritti umani nel mondo.

"È nostro dovere, soprattutto dopo il fallimento di questi venti anni, non lasciare sola la popolazione afghana. Sarebbe imperdonabile. I Paesi Ue -conclude l'esponente Dem- devono anche garantire la protezione internazionale per tutte quelle persone costrette a fuggire perché rischiano la persecuzione e la morte restando in un Afghanistan controllato dai Talebani".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli