Afghanistan, Conte: dialogo con Kabul, pretendere rispetto diritti

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 19 ago. (askanews) - "Ho già detto: in questo momento è assolutamente prioritario non solo per l'Italia ma per tutta la comunità internazionale creare corridoi umanitari per mettere in sicurezza le persone in pericolo. Innanzitutto c'è un dovere morale: le persone che hanno collaborato con le forze occidentali, con la comunità internazionale, vanno messe subito in sicurezza, va consentito loro di lasciare il Paese e venire in sicurezza, profughi e migranti". Lo ha detto Giuseppe Conte, leader del M5S, oggi a Salerno per sostenere la candidata sindaca Elisabetta Barone.

A giudizio dell'ex presidente del Consiglio "il secondo passaggio in questo momento, l'unica possibilità che adesso abbiamo perché non sia completamente distrutto il lavoro di vent'anni, è mantenere un dialogo serrato, costante col nuovo emirato islamico e far capire loro che da soli non vanno da nessuna parte. Perché non basta il commercio dell'oppio, non basta il commercio di miniere e minerali per poter mantenere un intero Paese. Loro hanno bisogno ancora della comunità internazionale, hanno bisogno della rete delle organizzazioni non governative per la salute e l'istruzione, occorrono i sostegni finanziari ed economici. Dobbiamo mantenere questo dialogo e pretendere il rispetto dei diritti fondamentali", ha concluso Conte.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli