Afghanistan, da evitare aeroporto Kabul per minaccia attacco Stato islamico

·2 minuto per la lettura
Evacuazioni presso l'aeroporto internazionale di Hamid Karzai a Kabul

(Reuters) - Gli Stati Uniti e gli alleati hanno avvertito i cittadini di allontanarsi dall'aeroporto di Kabul a causa della minaccia di un attacco terroristico dello Stato islamico, mentre gli eserciti occidentali tentano di evacuare quante più persone possibili prima del 31 agosto.

La pressione per completare le evacuazioni delle migliaia di cittadini stranieri e afghani che hanno collaborato con nazioni occidentali durante la guerra di 20 anni contro i talebani si è intensificata, con le truppe Usa e alleate obbligate ad abbandonare l'aeroporto dalla prossima settimana.

In un allarme lanciato ieri sera, l'ambasciata statunitense a Kabul ha consigliato ai cittadini di evitare di spostarsi verso l'aeroporto, mentre le persone fuori dai cancelli dovrebbe allontanarsi immediatamente, menzionando "minacce alla sicurezza" non specificate.

In un comunicato simile, la Gran Bretagna ha richiesto ai cittadini nell'area dell'aeroporto di "allontanarsi verso una sede sicura".

"È emersa attualmente un'elevata minaccia di un attacco terroristico", si legge in una nota del Foreign Office britannico.

Anche l'Australia ha richiesto ai suoi cittadini e titolari di visto di lasciare la zona, segnalando una "minaccia seriamente elevata di un attacco terroristico" all'aeroporto.

Le segnalazioni sono giunte nell'ambito di un contesto caotico a Kabul e nell'aeroporto della capitale, dove sono stati mobilitati diversi ponti aerei di grandi dimensioni per cittadini stranieri, per le loro famiglie e per alcuni cittadini afghani, in seguito alla conquista della città il 15 agosto.

Anche se le truppe occidentali lavorano senza sosta per eseguire le evacuazioni il più velocemente possibile, i soldati talebani sono a guardia del perimetro esterno, popolato da migliaia di cittadini intenzionati a fuggire dall'Afghanistan anziché restare in un paese sotto il controllo dei talebani.

Ahmedullah Rafiqzai, un ufficiale aeronautico afghano impiegato presso l'aeroporto, ha affermato che i cittadini continuano ad accalcarsi fuori dai cancelli, nonostante gli allarmi per un possibile attacco.

"È molto facile per un kamikaze attaccare i corridoi affollati, e le segnalazioni sono state inviate ripetutamente", ha detto a Reuters.

"Tuttavia i cittadini non hanno intenzione di spostarsi, sono così determinati a lasciare il paese che non hanno neanche paura di morire, ognuno di loro sta rischiando la vita", ha aggiunto.

Un diplomatico afghano della Nato stanziato a Kabul ha dichiarato che anche se i talebani sono responsabili per la sicurezza all'esterno dell'aeroporto, le minacce dello Stato islamico non possono essere ignorate.

"Le forze occidentali, in nessun caso, vogliono essere costrette a lanciare un attacco offensivo o difensivo contro chiunque in Afghanistan", ha affermato il diplomatico Nato. "Il nostro mandato è di assicurarci che le evacuazioni terminino il 31 agosto", ha aggiunto.

Secondo un secondo funzionario occidentale, le operazioni di volo sono state rallentate ieri, ma oggi dovrebbero riprendere a pieno regime.

Le guardie talebane continuano a proteggere i civili fuori dall'aeroporto, ha affermato un funzionario del gruppo islamico.

(Tradotto a Danzica da Enrico Sciacovelli, in redazione a Roma Stefano Bernabei)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli