Afghanistan: Della Vedova incontra associazioni tutela diritti donne

·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 19 ago. (askanews) - Il sottosegretario Benedetto Della Vedova ha incontrato oggi alla Farnesina una rappresentanza di circa 80 associazioni impegnate nella tutela dei diritti delle donne e dei minori. Le associazioni hanno richiesto un incontro urgente con il vertice politico del Ministero alla luce delle drammatiche notizie provenienti dall'Afghanistan e alle correlate preoccupazioni per i diritti umani nel Paese, in particolare quelli delle donne e delle fasce più vulnerabili della popolazione.

In apertura, il sottosegretario ha sottolineato l'impegno del governo per la difesa dei diritti fondamentali della popolazione afghana e il ruolo profilato dell'Italia in sede europea e multilaterale, a partire dal Consiglio Diritti Umani dell'Onu a Ginevra e dal G20 a presidenza italiana. Altresì, il sottosegretario ha segnalato che il 26 agosto prossimo, presieduta dalla ministra Bonetti, si terrà a Santa Margherita Ligure la prima conferenza G20 dedicata ai diritti femminili, che potrebbe essere l'occasione per affrontare il tema in relazione all'Afghanistan.

"L'Italia è impegnata - ha affermato il sottosegretario - nell'accoglienza non solo di tutti coloro che hanno cooperato con il nostro contingente, ma anche di quelli che si sono esposti in questi anni in difesa delle libertà fondamentali e dei diritti civili, soprattutto di donne e minoranze. Dobbiamo mantenere un faro acceso sull'Afghanistan e fare di tutto per salvaguardare quanto conseguito in venti anni di presenza nel Paese".

Della Vedova ha concordato sull'importanza del ruolo delle associazioni, e del terzo settore più in generale, nel lavorare insieme alle istituzioni per far fronte nella maniera più efficace e spedita possibile all'emergenza in corso, nonché per l'accoglienza di quanti vengono evacuati in Italia. Il Sottosegretario ha infine confermato che l'Italia, in coordinamento con gli altri Paesi dell'Unione Europea, manterrà alta l'attenzione della comunità internazionale sui diritti umani in Afghanistan, con particolare riguardo alle donne e alla comunità LGBTI, esigendone il rispetto secondo gli standard e i principi del diritto internazionale, in tutte le sedi disponibili.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli