Afghanistan, Di Maio: piano per fase 2 e approccio internazionale

·1 minuto per la lettura
featured 1486301
featured 1486301

Roma, 27 ago. (askanews) – “Nelle prossime ore con la conclusione del ponte aereo da Kabul e delle operazioni d’evacuazione si concluderà la prima fase emergenziale, ma occorre pianificare la fase due, guardando oltre il 31 agosto. Per mettere in campo una risposta che abbia una natura ordinata e strategica. Il governo italiano sta già lavorando per coordinare un piano di sostegno ai civili afgani”.

Così il ministro degli Esteri Luigi Di Maio nella conferenza stampa congiunta con il suo omologo russo Sergey Lavrov.

“Nella visione italiana in questa seconda fase l’approccio internazionale dovrebbe articolarsi intorno a cinque priorità: protezione dei civili, tutela dei diritti umani, garanzia dell’accesso umanitario, contrasto al terrorismo e gestione dell’impatto migratorio. Ci siamo focalizzati sulla priorità del maggior numero possibile di evacuazioni per proteggere i civili”.

“Ho sottolineato al ministro Lavrov – ha aggiunto Di Maio – che soltanto un approccio unitario, con un’azione globale, coerente e condivisa sarà efficace con le nuove autorità di Kabul”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli