Afghanistan: Draghi al G20, 'volontà di agire e farlo ora, inverno sta arrivando'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 12 ott. (Adnkronos) – "La mia sensazione è che ci sia una forte volontà di agire, di convergere e di agire immediatamente. C’è la sensazione che tutti noi siamo convinti che questa sia una vera crisi, una colossale crisi umanitaria, quindi la necessità di agire è immediata perché la situazione sta già peggiorando, e l’inverno sta arrivando. Il secondo punto emerso è che dovremmo sforzarci, come molti di voi hanno detto, di avere una posizione unificata". Lo ha detto il premier Mario Draghi, nel suo intervento al vertice straordinario dei leader del G20 sulla crisi afghana.

"Penso che sia molto importante e abbiamo una posizione unificata de facto, perché le Nazioni Unite sembrano aver ricevuto un ampio mandato a coordinare tutte le attività a favore dei cittadini afghani. Lo scopo principale di questo coordinamento è innanzitutto quello di rispondere all’emergenza umanitaria, e sosteniamo la missione di assistenza delle Nazioni Unite in Afghanistan. Il punto successivo è che la Banca mondiale, il Fondo monetario internazionale e gli Stati dovrebbero – in un certo senso – essere sotto il vostro ombrello, in modo da consentire alle Nazioni Unite di utilizzare tutte queste risorse. Ciò deve essere coordinato, ma soprattutto il più efficiente possibile", ha rimarcato il presidente del Consiglio.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli