Afghanistan, Draghi: con Merkel pronti a piano accoglienza Ue

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 17 ago. (askanews) - L'Europa sarà all'altezza della difficile sfida che si sta creando in Afghanistan dopo il ritiro delle truppe occidentali. Ad esserne certo è il Presidente del consiglio, Mario Draghi che, nel corso di una intervista al Tg1 ha detto di aver parlato proprio stamattina con la Cancelliera Merkel. "Abbiamo soprattutto parlato delle operazioni di evacuazione dell'Aeroporto di Kabul, ma abbiamo iniziato a tratteggiare quelle che saranno le linee fondamentali della cooperazione a livello europeo. Siamo tutti consapevoli che la cooperazione - ha spiegato Draghi - è assolutamente necessaria per affrontare due obiettivi: l'accoglienza e la sicurezza".

"L'accoglienza nei confronti di tutti coloro che ci hanno aiutato in Afghanistan in questi anni e delle loro famiglie, quelli che sono chiamati i 'collaboratori'. Ma anche l'accoglienza di tutti coloro che si sono esposti in questi anni per la difesa delle libertà fondamentali, dei diritti civili, dei diritti delle donne. Questo è un piano complesso, - ha quindi concluso il Premier - richiede una cooperazione stretta fra tutti i Paesi ma soprattutto, in primis, tra quelli europei. Il secondo aspetto riguarda la sicurezza, dove dovremo prevenire infiltrazioni terroristiche".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli