Afghanistan, esplode mezzo blindato italiano: indenni occupanti

Herat (Afghanistan), 26 ott. (LaPresse) - In Afghanistan, oggi alle 11.21 locali (le 8.51 italiane) il mezzo blindato 'Cougar' della Task force south è rimasto coinvolto nell'esplosione di un ordigno rudimentale nei pressi di Kormaleq, a circa quaranta chilometri da Farah. Indenne il personale a bordo del blindato, che ha protetto i sei occupanti, riportando soltanto danni alla parte anteriore. L'attentato di questa mattina arriva all'indomani della morte del caporale Tiziano Chierotti, uno dei quattro militari rimasti feriti nello scontro a fuoco di ieri a Bakwa.

Il 'Cougar' è un mezzo speciale anti-esplosivo, in dotazione alle unità del genio, faceva parte di una pattuglia impegnata da tre giorni in un'operazione a sostegno delle forze di sicurezza afghane per il controllo del territorio nella provincia meridionale di Farah. Al passaggio del convoglio italiano, una bomba è esplosa, i militari a bordo sono rimasti illesi, ma saranno comunque sottoposti a un controllo medico al rientro in base.

Le unità di specialisti del genio del Regional command west sono integrate in tutte le operazioni congiunte con la polizia e l'esercito di Kabul, e forniscono le capacità di ricognizione e rimozione di ordigni esplosivi improvvisati lungo i principali assi di comunicazione. Nell'ultimo mese sono stati 37 gli interventi dei team specializzati del terzo e del 32esimo genio in cui sono stati rinvenuti e distrutti ordigni rudimentali, i quali rappresentano la minaccia principale per le forze di sicurezza locali e internazionali oltre che per la popolazione civile.

Ricerca

Le notizie del giorno