Afghanistan, evacuate oltre 2.200 persone negli ultimi giorni

·1 minuto per la lettura
Una donna nel terminal dell'aeroporto di Francoforte dopo essere scesa da un volo Lufthansa che trasportava persone in fuga da Kabul.

KABUL (Reuters) - Più di 2.200 persone fra diplomatici e altri civili sono state portate via dall'Afghanistan su voli militari, mentre vengono intensificati gli sforzi per far uscire le persone dal Paese dopo che i talebani hanno preso la capitale.

Lo ha detto a Reuters un funzionario occidentale che lavora nella sicurezza.

I talebani hanno detto di volere la pace, che non si vendicheranno dei vecchi nemici e che rispetteranno i diritti delle donne nel quadro della legge islamica. Ma migliaia di afghani, molti dei quali hanno aiutato le forze straniere guidate dagli Stati Uniti nel corso degli ultimi due decenni, stanno cercando disperatamente di fuggire.

"Stiamo proseguendo ad un ritmo molto rapido, la logistica non mostra alcun intoppo per ora e siamo stati in grado di portare via poco più di 2.200 persone tra membri del personale diplomatico, addetti stranieri alla sicurezza e cittadini afghani che lavoravano per le ambasciate", ha detto il funzionario.

Non è chiaro al momento quando verranno ripristinati i voli civili, ha aggiunto.

Il funzionario non ha precisato quanti siano gli afghani tra le oltre 2.200 persone evacuate dal Paese e non è chiaro se il numero comprenda gli oltre 600 uomini, donne e bambini che sono stati portati via domenica, stipati in un aereo cargo C-17 dell'esercito statunitense.

(Tradotto in redazione a Danzica da Michela Piersimoni, in redazione a Milano Sabina Suzzi, michela.piersimoni@thomsonreuters.com, +48 587696616)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli