Afghanistan, Gb: "Dialogo con Talebani per ponte aereo"

·1 minuto per la lettura

Londra sta dialogando con i Talebani sulla possibile estensione del ponte aereo da Kabul oltre il 31 agosto. Lo ha detto un portavoce del governo britannico, parlando di "discussioni" in merito. Le sue parole sono state citate da Sky, dopo che i Talebani hanno minacciato "conseguenze" se l'operazione militare di evacuazione non dovesse cessare alla fine del mese. In merito il portavoce ha detto di "aver visto" le notizie, ma ha aggiunto di ritenere che tali minacce non siano state menzionate alcun contatto diretto con i talebani. Ha comunque ribadito che i britannici si ritireranno allo stesso momento degli americani. "Continueremo l'evacuazione fino a quando la situazione della sicurezza lo permetterà" spiega.

Intanto la Gran Bretagna, ha detto il ministro britannico della Difesa Ben Wallace, sta cercando di convincere gli americani a estendere a oltre il 31 agosto il ponte aereo da Kabul. Il primo ministro Boris Johnson "cercherà" al G7 di domani di convincere Washington ad allungare i tempi, ma "quando se ne andranno con tutto il loro apparato, dovremo andarcene anche noi", ha detto Wallace, chiarendo che la presenza militare americana all'aeroporto di Kabul è fondamentale per portare avanti l'operazione. "Stiamo veramente parlando di ore, non di settimane", ha detto parlando dell'evacuazione. "Dobbiamo essere sicuri di poter sfruttare ogni minuto per portare via la gente" conclude, aggiungendo che i britannici comunque termineranno l'operazione quando lo faranno gli Stati Uniti.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli