Afghanistan, giovane sindaca: "Aspetto che i talebani mi uccidano"

·1 minuto per la lettura
Zarifa Ghafari (AP Photo/Carolyn Kaster)
Zarifa Ghafari (AP Photo/Carolyn Kaster)

I talebani "verranno per le persone come me e mi uccideranno. Sono seduta qui in attesa che arrivino. Non c'è nessuno che aiuti me o la mia famiglia. Sto solo seduta con loro e mio marito. Non posso lasciare la mia famiglia. E comunque, dove andrei?": è la drammatica testimonianza rilasciata al New York Times da Zarifa Ghafari, 27 anni, la sindaca più giovane dell'Afghanistan, nella provincia di Maidan Wardak, da sempre in prima linea per i diritti delle donne.

LEGGI ANCHE: Malala: "Sono preoccupata per le donne e le minoranze. Chiedete un cessate il fuoco"

VIDEO - Lo straziante messaggio social di una giovane afgana

Nominata sindaca nell'estate del 2018 dal presidente Ashraf Ghani, Ghafari è una delle poche donne ad aver mai ricoperto un incarico governativo nella città conservatrice di Maidan Shar.

"Sono distrutta. Non so su chi fare affidamento. Ma non mi fermerò ora, anche se verranno di nuovo a cercarmi. Non ho più paura di morire", ha concluso la donna.

VIDEO - Afghanistan. Biden: “Non possiamo dare loro la volontà di lottare per il futuro”

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli