Afghanistan, Gran Bretagna in trattative con talebani per uscita sicura dal Paese

·1 minuto per la lettura
Una rifugiata afghana tiene in mano il passaporto davanti all'ambasciata tedesca, a Teheran

(Reuters) - La Gran Bretagna è in trattative dirette con i talebani per garantire un passaggio sicuro fuori dall'Afghanistan ai cittadini britannici e agli afghani che hanno lavorato per Londra.

Lo ha detto un portavoce del governo ieri sera.

Il rappresentante speciale del primo ministro Boris Johnson per la transizione afghana, Simon Gass, si è recato a Doha, in Qatar, per incontrare i rappresentanti dei talebani, ha detto il portavoce in una nota.

"(Gass) sta incontrando alti rappresentanti dei talebani per sottolineare l'importanza di un passaggio sicuro fuori dall'Afghanistan per i cittadini britannici e per gli afghani che hanno lavorato con noi negli ultimi vent'anni", si legge nella nota.

Lunedì gli Stati Uniti hanno completato il ritiro delle loro truppe dall'Afghanistan, ponendo fine a 20 anni di guerra culminati con il ritorno al potere dei militanti talebani.

La missione britannica si è conclusa sabato, quando l'ultimo volo militare ha lasciato Kabul dopo aver evacuato più di 15.000 persone nelle due settimane da quando i talebani hanno preso il controllo del Paese.

(Tradotto da Alice Schillaci in redazione a Danzica, in redazione a Milano Gianluca Semeraro)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli