Afghanistan, leader Talebani: "Vogliamo riconoscimento internazionale"

(Adnkronos) - Il leader supremo dei Talebani, Hibatullah Akhundzada, chiede il riconoscimento da parte della comunità internazionale per l'"Emirato islamico" dell'Afghanistan. Lo fa, riferisce al-Jazeera, in un messaggio alla vigilia dell'Eid al-Fitr, che segna la fine del mese di Ramadan, quando sono passati otto mesi dal ritorno dei Talebani al potere in Afghanistan.

Un Paese che "ha il suo ruolo nella pace e nella stabilità nel mondo", afferma Akhundzada, che - stando anche a Tolo News - sostiene che i Talebani vogliano rapporti con gli "altri Paesi sulla base del rispetto reciproco". Nessun riferimento alle richieste internazionali in materia di diritti e libertà e per un governo inclusivo, né alla situazione nel Paese dove oggi è tornato il terrore. A Kabul una potente esplosione ha colpito una moschea dopo le preghiere del venerdì, provocando almeno dieci morti e 15 feriti.

"Rispettiamo e siamo impegnati per tutti i diritti di donne e uomini in Afghanistan in base alla sharia", afferma Akhundzada. Nel messaggio parla anche di "apertura di nuove scuole e madrasa in molte aree centrali e remote del Paese per un'istruzione religiosa e moderna".

Akhundzada fa anche appello ai Talebani che vivono all'estero a tornare in patria e rivolge un "invito" agli "investitori stranieri" assicurando che "l''Emirato islamico' collaborerà e assicurerà tutti i mezzi e le strutture necessarie".

Akhundzada è stato nominato nel maggio del 2016, dopo la morte del mullah Akhtar Mansour in un attacco di un drone Usa nel vicino Pakistan. Un ex generale dell'esercito afghano, Sami Sadat, ha parlato con la Bbc di piani per "far sì che l'Afghanistan venga liberato dai Talebani" con il ritorno a un "sistema democratico".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli