Afghanistan, l'ex ministro: "Un errore il ponte aereo dell’Occidente: il mio Paese ha perso le forze migliori"

·1 minuto per la lettura
- (Photo: Pablo Blazquez Dominguez via Getty Images)
- (Photo: Pablo Blazquez Dominguez via Getty Images)

“Con il ponte aereo l’Occidente ha sbagliato. Così il mio Paese è impoverito, ha perso le sue forze migliori e i potenziali oppositori all’arroganza dei talebani”. A parlare al Corriere Tvè Hosni Mubarak Azizi, che è stato ministro dei Trasporti del governo afghano caduto dopo il ritorno dei talebani.

Il ministro spiega:

“Capisco l’ondata di solidarietà per gli afghani che in modo diretto o indiretto hanno aiutato la coalizione internazionale negli ultimi vent’anni. Però l’effetto del ponte aereo è stato deleterio. Dovevate riflettere sulle sue conseguenze. Avete provocato la fuga dei cervelli e delle nostre forze migliori”.

Hosni Mubarak Azizi stesso è finito nel mirino dei talebani, che hanno attaccato la sua abitazione e la sua auto nell’est del Paese.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Leggi anche...

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli