Afghanistan: Moles, 'epilogo drammatico, non torni ad essere santuario jihadisti'

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 17 ago. (Adnkronos) – “La decisione degli Stati Uniti di ritirarsi in questo modo dall’Afghanistan ha causato un effetto domino sugli altri Paesi. E’ evidente che all’interno della coalizione non ci sia stata una grande condivisione ne’ un confronto puntuale ed approfondito sul da farsi. Il costo altissimo che anche l’Italia ha pagato in termini di vite umane, con i nostri 53 soldati caduti, non meritava certo un epilogo tanto drammatico”. Così Giuseppe Moles, Sottosegretario all’Editoria e Vice Presidente dei Senatori di Forza Italia, intervistato da Radio Radicale.

“Una delle più grandi preoccupazioni risiede nel rischio più che concreto che l’Afghanistan torni ad essere un santuario del terrorismo jihadista, esattamente come 20 anni fa. Siamo di fronte ad una perdita di credibilità dell’intero Occidente. Quel che e’ stato faticosamente conquistato negli anni, a partire dal rispetto dei diritti delle donne, è stato cancellato in poche ore così come il concetto di Occidente, con i suoi valori e la sua credibilità, liquidato anch’esso in brevissimo tempo; è ormai urgente e necessario ragionare sul ruolo dell’Occidente, dell’Europa e della NATO nel nuovo contesto internazionale".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli