Afghanistan, Onu: 1.366 civili morti nel 2019, ritmo inaccettabile -3-

Coa

Roma, 30 lug. (askanews) - All'inizio di luglio, in una storica riunione a Doha tra funzionari talebani e del governo afgano, le due parti hanno emesso una risoluzione comune chiedendo di ridurre a zero le vittime civili. Ma il massacro dei civili, da allora è continuato.

"Tutti hanno ascoltato il messaggio a voce alta e forte dei delegati afgani ai colloqui di Doha: 'ridurre a zero il numero di vittime civili!'", ha dichiarato il leader della missione Onu, Tadamichi Yamamamoto, in una nota. "Sollecitiamo tutte le parti a prendere in considerazione questo imperativo e a rispondere alla richiesta degli afgani di prendere provvedimenti immediati per ridurre il terribile danno inflitto", ha aggiunto.

L'anno 2018 è stato particolarmente sanguinoso per i civili afgani, con 3.804 morti (compresi 900 bambini) e 7.189 feriti.