Afghanistan, portavoce Talebani: "Ripresi negoziati con Usa in Qatar"

webinfo@adnkronos.com

Sono ripresi negli ultimi due giorni a Doha, in Qatar, i negoziati tra gli Stati Uniti e i Talebani finalizzati alla ''firma di un accordo di pace''. Lo ha scritto oggi su Twitter un portavoce dei Talebani, Suhail Shaheen, spiegando che i negoziati proseguiranno nei prossimi giorni. A guidarli sono l'inviato speciale degli Stati Uniti Zalmay Khalilzad e il numero due dei Talebani Abdul Ghani Baradar. 

I colloqui attualmente in corso sono iniziati lo scorso anno, ma sono stati interrotti all'inizio di settembre su volontà del presidente americano Donald Trump in seguito a un attentato dinamitardo a Kabul rivendicato dai Talebani nel quale sono state uccise diverse persone, tra cui un cittadino americano. 

Su Twitter, Shaheen ha spiegato che mercoledì e giovedì pomeriggio si sono avuti ''incontri produttivi'' che proseguiranno per i prossimi due giorni. Finora, ha detto, è emerso che la leadership dei Talebani è pronta ad accogliere la richiesta americana di ridurre il livello di violenza in Afghanistan. 

Proprio ieri il ministro degli Esteri del Pakistan Shah Mehmood Qureshi aveva detto in un video messaggio che i Talebani erano pronti a ridurre la violenza in Afghanistan, parlando di ''passo verso un accordo di pace''. Il governo di Kabul, che invece non sta partecipando direttamente ai colloquio, sta chiedendo un cessate il fuoco che sia esteso. I negoziatori degli Stati Uniti e dei Talebani hanno condotto almeno dieci round di colloqui a partire dal luglio del 2018.