Afghanistan, premier sloveno: "Ue non aprirà corridoi umanitari"

·1 minuto per la lettura

"La Ue non aprirà alcun corridoio umanitario per l'Afghanistan". E' quanto ha scritto in un tweet il premier sloveno Janez Jansa, presidente di turno dell'Unione Europea, secondo cui "non permetteremo che sia ripetuto l'errore strategico del 2015: dovremo aiutare solo le persone che ci hanno aiutato durante l'operazione della Nato e quei Paesi che sorvegliano i confini esterni della Ue per proteggerli completamente".

"Non spetta al presidente di turno dire cosa farà l'Unione europea - replica a Rainews il presidente del Parlamento europeo David Sassoli - Tutte le nostre istituzioni stanno lavorando per individuare le azioni di solidarietà necessarie per coloro che sono a rischio dal nuovo regime, non solo gli afghani che hanno lavorato con noi. Invitiamo il primo ministro Jansa a discutere con le istituzioni europee in modo da poter decidere i prossimi passi. Tutti i Paesi si sentono coinvolti nella situazione in Afghanistan ed è chiaro che dobbiamo mostrare solidarietà".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli