Afghanistan, proteste arrivano a Kabul, prima sfida per talebani

·1 minuto per la lettura
Un uomo sventola una bandiera della Repubblica Islamica dell'Afghanistan sporgendosi da un'automobile a Kabul.

KABUL (Reuters) - Le proteste contro la presa di potere dei talebani in Afghanistan si stanno allargando ad altre città, inclusa la capitale Kabul, e un testimone ha detto che diverse persone sono rimaste uccise quando i militanti hanno aperto il fuoco sulla folla ad Asadabad, nella provincia orientale di Kunar.

In un video postato sui social media si vede una folla di uomini e donne per le strade di Kabul che gridano "La nostra bandiera, la nostra identità", sventolando bandiere nere, rosse e verdi nel giorno in cui l'Afghanistan celebra l'indipendenza dal controllo britannico nel 1919.

Un testimone ha riferito di aver sentito colpi di arma da fuoco vicino al corteo, ma sembra si sia trattato di talebani che sparavano in aria.

I dimostranti cantavano "Dio è il più grande". In proteste in altre parti del paese, i media hanno riferito di persone che hanno tirato giù la bandiera bianca dei talebani.

Non è stato immediatamente possibile avere un commento da un portavoce dei talebani.

Alcune delle manifestazioni sono di dimensioni ridotte, ma aggiunte alle migliaia di persone che affollano l'aeroporto di Kabul nel tentativo di lasciare il paese danno un'idea delle sfide che i talebani dovranno affrontare per governare.

(Tradotto da Luca Fratangelo in redazione a Danzica, in redazione a Milano Sabina Suzzi, luca.fratangelo@thomsonreuters.com, +48587696613)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli