Afghanistan, quanto è costata la guerra in 20 anni? Il bilancio per l'Italia

Afghanistan, quanto è costata la guerra in 20 anni? Il bilancio per l'Italia (Photo by Wakil Kohsar / AFP) (Photo by WAKIL KOHSAR/AFP via Getty Images)
Afghanistan, quanto è costata la guerra in 20 anni? Il bilancio per l'Italia (Photo by Wakil Kohsar / AFP) (Photo by WAKIL KOHSAR/AFP via Getty Images)

L'Afghanistan, con la presa di Kabul, è tornato sotto il controllo dei talebani che erano stati spodestati nel 2001. In soli dieci giorni, così, si è ribaltata la situazione dopo 20 anni di missione internazionale. La missione è costata solo agli Stati Uniti mille miliardi.

Il Paese che ha speso di più sono proprio gli Usa, seguiti dal Regno Unito con 30 miliardi, dalla Germania con 19 miliardi di dollari.

Per quanto riguarda l’Italia, secondo uno studio dell’Osservatorio sulle spese militari Milex, in 20 anni complessivi di presenza italiana in Afghanistan sono stati spesi 8,7 miliardi di euro dei quali ben 840 milioni relativi a contributi diretti alle Forze armate afghane.

GUARDA ANCHE - Kabul in mano ai Talebani: da aprile ad agosto la (ri)conquista dell’Afghanistan è inarrestabile

Come sono arrivati gli Usa a spendere mille miliardi? Tra il 2010 e il 2012 le spese si attestavano intorno a circa 100 miliardi di dollari all’anno. I costi si abbassarono quando dalle operazioni di offensiva nei confronti degli insorti talebani si passò all’addestramento delle forze afghane.

Alle spese militari, poi, vanno aggiunti i fondi per la ricostruzione e gli aiuti alla popolazione civile. Gli Usa avrebbero speso così altri 44 miliardi di dollari portando i costi ufficiali della presenza Usa in tra il 2001 e il 2019 a 822 miliardi di dollari, senza contare quanto speso nel confinante Pakistan. In definitiva, secondo uno studio del 2019 della Brown University, la spesa complessiva Usa in Afghanistan e Pakistan è stata di 978 miliardi di dollari.

GUARDA ANCHE - Chi sono i talebani

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli