Afghanistan, rapporto Onu: 30 civili uccisi in raid Usa a maggio

Coa

Roma, 9 ott. (askanews) - Almeno 30 civili sono stati uccisi lo scorso maggio in raid statunitensi contro presunti laboratori della droga dei talebani nell'Afghanistan occidentale: lo riferisce un rapporto delle Nazioni Unite pubblicato oggi e contestato dalle forze armate americane.

La missione dell'Onu in Afghanistan (Unama) ha "verificato 39 casi di vittime (30 morti, cinque feriti), tra cui 14 bambini e una donna, nei raid del 5 maggio".

L'esercito americano, che quel giorno aveva effettuato operazioni contro più di 60 siti di produzione di droga, ha contestato i risultati delle Nazioni Unite e ha negato di avere colpito la popolazione civile.