Afghanistan, razzi contro soldati Usa in fase finale evacuazione

·4 minuto per la lettura
Dei cittadini afghani fanno una foto del veicolo da cui sono stati lanciati i razzi a Kabul

(Reuters) - Il sistema di difesa missilistica degli Stati Uniti ha intercettato ben cinque razzi lanciati contro l'aeroporto di Kabul, come comunicato da un funzionario Usa, mentre il Paese si affretta a completare il ritiro dall'Afghanistan per porre fine al conflitto più lungo della sua storia.

Dopo aver evacuato 114.400 persone tra cittadini stranieri e afghani ritenuti "a rischio" dalla vigilia della presa di Kabul da parte dei talebani, avvenuta il 15 agosto, Stati Uniti e forze alleate sono pronti a completare il ritiro entro la scadenza concordata con i militanti talebani, fissata per domani.

Durante il fine settimana il numero di soldati statunitensi presenti all'aeroporto è sceso sotto i 4.000 poiché è stato necessario accelerare le partenze dopo che giovedì un attacco suicida dello Stato Islamico fuori dai cancelli dell'aeroporto ha ucciso decine di afghani e 13 soldati statunitensi

I media afghani hanno comunicato che l'attacco missilistico di oggi è stato lanciato dal retro di un veicolo. L'agenzia di stampa Pajhwok ha reso noto che una serie di razzi hanno colpito parti diverse di Kabul.

Le prime notizie raccontano che non c'è stata alcuna vittima statunitense, secondo quanto riferito a Reuters da un funzionario Usa che ha parlato in condizione di anonimato.

La Casa Bianca ha affermato tramite una nota che il presidente Joe Biden ha riconfermato l'ordine per i comandanti di fare "tutto il necessario per proteggere le nostre forze sul campo" dopo essere stato informato dell'attacco. Biden è a conoscenza del fatto che le operazioni aeroportuali sono continuate ininterrottamente, si legge ancora nella nota.

Ieri un attacco con un drone degli Stati Uniti ha ucciso un attentatore suicida che secondo i funzionari del Pentagono si stava preparando a colpire l'aeroporto per conto dell'Isis-K, un affiliato locale dello Stato Islamico, nemico sia dell'Occidente sia dei talebani.

Il Comando Centrale degli Stati Uniti ha fatto sapere che sono in corso delle indagini in merito alle segnalazioni di vittime civili nell'attacco di ieri.

"Sappiamo che ci sono state potenti esplosioni causate dalla distruzione del veicolo, che indicano la presenza di una grande quantità di materiale esplosivo all'interno che può aver causato ulteriori vittime", ha reso noto il Comando.

L'attacco effettuato tramite droni ha ucciso sette persone, ha detto il portavoce dei talebani Zabihullah Mujahid alla televisione di stato cinese Cgtn, criticando l'azione degli Stati Uniti su suolo straniero e definendola illegale.

Si tratta della seconda condanna di questo genere dopo che sabato un altro attacco con drone degli Stati Uniti ha ucciso due militanti dello Stato Islamico nella provincia orientale di Nangarhar, in cui secondo il portavoce sono rimasti feriti due donne e un bambino.

Nonostante tutti gli sforzi fatti dalle potenze occidentali per evacuare il maggior numero possibile di persone, decine di migliaia di afghani disperati sono rimasti a terra.

"Abbiamo tentato ogni opzione perché le nostre vite sono in pericolo", ha detto una donna fuori dall'aeroporto. "Loro (gli americani o le potenze straniere) devono indicarci una via di salvezza. Dovrebbero permetterci di lasciare l'Afghanistan o fornirci un posto sicuro"

Due funzionari statunitensi hanno detto a Reuters che le evacuazioni proseguiranno oggi, con priorità ai soggetti considerati a rischio estremo. I funzionari hanno aggiunto che altri Paesi hanno anche presentato richieste dell'ultimo minuto per evacuare persone che rientrano in tale categoria.

BIDEN PIANGE VITTIME USA

Biden ha partecipato ieri una cerimonia presso la base aerea Dover Air Force Base nel Delaware per onorare i membri dell'esercito americano uccisi nell'attentato suicida di giovedì.

Mentre le bare coperte dalla bandiera Usa uscivano da un aereo militare, il presidente, che ha giurato vendetta per l'attacco dello Stato Islamico, ha chiuso gli occhi e inclinato la testa all'indietro.

Nessuna delle vittime aveva più di 31 anni, e cinque avevano appena 20 anni, la durata della guerra in Afghanistan.

La partenza degli ultimi soldati porrà fine all'intervento militare guidato dagli Stati Uniti, iniziato alla fine del 2001 dopo gli attacchi di al Qaeda dell'11 settembre.

Le forze Occidentali hanno spodestato il governo talebano, che aveva fornito un rifugio sicuro al leader di al Qaeda Osama bin Laden, ucciso infine dalle forze statunitensi in Pakistan nel 2011, e negli ultimi due decenni sono state impegnate in una campagna di contro-guerriglia contro i militanti islamisti.

Il governo dei talebani, al potere tra il 1996 e il 2001, si basava su una lettura integralista della legge islamica della sharia, con una conseguente limitazione di molti diritti politici e libertà fondamentali, oltre a una forte oppressione delle donne.

Il portavoce dei talebani, Zabihullah Mujahid, ha detto che il gruppo annuncerà una composizione di governo nei prossimi giorni e che i problemi rientreranno rapidamente quando la nuova amministrazione entrerà in carica.

Tuttavia, l'economia dell'Afghanistan, distrutta da decenni di guerra, si ritroverà sprovvista di miliardi di dollari di aiuti stranieri.

(Tradotto in redazione a Danzica da Michela Piersimoni, in redazione a Milano Gianluca Semeraro, michela.piersimoni@thomsonreuters.com, +48 587696616)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli